Un Power Snatch di troppo....

Vai ai contenuti

Un Power Snatch di troppo....

Fascia and Motor Control: L'innovazione in Terapia Neuro Miofasciale
Pubblicato da Dott. Marcello Bettuolo in Clinical Case · 14 Maggio 2022
Si presenta in studio una atleta amatoriale di CROSSFIT, età 51 anni che da due mesi lamenta dolore alla spalla ed epicondilo laterale destro quando esegue movimenti di sollevamento (l'abduzione è il movimento più dolente).

L'intensità del dolore quando esegue l'allenamento in una scala da 0 a 10 è pari a 5, nonostante tutto però la paziente continua ad allenarsi da due mesi con il dolore.

Tutto è iniziato due mesi fa dopo un allenamento con l'esecuzione ripetuta di POWER SNATCH.
Per chi non è avezzo con questa tipologia di esercizo metto qui sotto un video esplicativo.


Esame obiettivo:
  • Movimenti cervicali liberi in tutte le direzioni tranne l'inclinazione laterale a sinistra limitata, ma non produce sintomi.
  • Scapola di destra abbassata.
  • Mobilità spalla destra leggermente limitata in elevazione,
  • Test di rotazione interna Spalla ( paziente supina con spalla a 90°) 50°(di movimento) a destra e 90° a sinistra
  • Test di rotazione esterna Spalla ( paziente supina con spalla a 90°) 70°(di movimento) a destra e 90° sinistra
  • Test neurodinamico ulnare a destra produce dolore alla spalla destra
  • Test di forza per la stretta della mano 23,4 kg a destra e 29,4 a sinistra (la paziente è mancina)

Inizio il trattamento e per prima cosa considero la presenza di spalla abbassata come un fattore importante che influenza la meccanosensitività sia di collo che la spalla (si è dimostrato che la presenza di spalla abbassata aumenta la sensibilità del test neurodinamico ULNT  in soggetti sani https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3360487/).
Seguendo le indicazioni F&MC tratto l'area di estensione spalla che corrisponde ad un punto cruciale per il passaggio del nervo ascellare, la stimolazione dura meno di un minuto e alla rivalutazione sparisce l'abbassamento della scapola ed il movimento di inclinazione cervicale a sinistra risulta normalizzato.

Continuo e considero ora la spalla, il test di rotazione positivo sia in intra che in extrarotazione in FMC indica l'importanza di trattare l'area di intrarotazione spalla corrispondente al muscolo sottoscapolare. Eseguo una stimolazione totale di un minuto e mezzo intervallata da delle pause, rivaluto la paziente e il range di rotazione risulta normale e non dolente, rimane però leggermente ridotta l'intrarotazione di spalla a fine corsa.

Rieseguo il test di forza per la stretta della mano e questa volta risulta 27,7 kg a destra e 29,1kg a sinistra, ma durante l'esecuzione del test a destra la paziente sente ancora fastidio al gomito sinistro.

Considero questo aspetto interessante e legato a quella limitazione agli ultimi gradi di rotazione interna della spalla, vado a trattare l'area di rotazione esterna braccio che corrisponde al capo laterale del tricipite, struttura che da un punto di vista miofasciale è cruciale per il passaggio del nervo cutaneo cutaneo posteriore dell'avambraccio (che innerva la zona del gomito e della porzione dorsale dell'abambraccio).

Eseguo una stimolazione di 1 minuto e alla fine la rotazione interna della spalla risulta completamente libera,
Rieseguo il test di forza per la presa con il seguente risultato: 27,1 a destra e 29,4 a sinistra ma senza produrre alcun sintomo.

Chiedo ora alla paziente di rieseguire tutti i movimenti che prima sentiva dolorosi ed ora non ha più dolore!

Lascio la raccomandazione di non allenarsi in data odierna e di riprendere da lunedì, lasciando la consegna che se il dolore dovesse ripresentarsi di ricontattarmi per valutare la presenza di ulteriori compensi o il manifestarsi di una debolezza che richiederebbe un approccio attivo con esercizi specifici di rinforzo.



Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Inserisci la tua valutazione:
2022 - Created with WebSite X5
HOME    TEAM    CONTACTS    BLOG
F&MC: Via Barsanti 21, 35031 Abano Terme
tel: 348 6991396
P.IVA: 03657950287
email: fasciamotorcontrol@gmail.com
Torna ai contenuti